lunedì 7 gennaio 2013

Antologie: Un secolo di poesia

Tra le antologie della poesia italiana destinate ad un uso scolastico, pubblicate entro i primi anni del secondo dopoguerra del XX secolo, è certamente il caso di ricordare "Un scecolo di poesia", a cura di G. A. Pellegrinetti, Petrini, Torino 1957. Come specifica il sottotitolo: "Antologia della lirica italiana dal 1850 ad oggi", si tratta di un riassunto della migliore poesia italiana che parte dalla metà del XIX secolo e giunge fino ed oltre la metà del XX secolo. Il libro, in verità molto bello, ha una custodia in cartone e, al suo interno, si avvale di immagini riguardanti sia i volti dei poeti selezionati (fotografie o disegni), sia opere pittoriche di artisti attivi nell'arco del periodo storico menzionato. Piuttosto discutibile appare la divisione in gruppi che il Pellegrinetti attua nella sua antologia: infatti inserire tra gli "ultimi romantici" poeti come Giacomo Zanella, Arturo Graf e Pompeo Bettini mi sembra decisamente una forzatura, così come accomunare i futuristi ed i vociani in un unico gruppo, visto che alcuni dei poeti presenti hanno, come comun denominatore soltanto il periodo temporale in cui pubblicarono i loro versi. sorprende infine trovare, tra i poeti dialettali, anche il nome di Sebastiano Satta, il quale, se è vero che nei suoi versi descrisse la sua regione di nascita, è anche vero che scrisse sempre in italiano. Ecco, per terminare, l'elenco dei poeti presenti in "Un secolo di poesia".
 




 

I - GLI ULTIMI ROMANTICI

Aleardo Aleardi, Giovanni Prati, Giacomo Zanella, Antonio Fogazzaro, Arturo Graf, Pompeo Bettini.
 


 
II - LA SCAPIGLIATURA

Emilio Praga, Arrigo Boito, Giovanni Camerana, Iginio Ugo Tarchetti.
 
 


III - I TRE GRANDI: Carducci, Pascoli, D'Annunzio - Neoclassici, «pascoliani», decadenti

Giosuè Carducci, Domenico Gnoli, Enrico Panzacchi, Mario Rapisardi, Giuseppe Manni, Giovanni Marradi, Guido Mazzoni, Giovanni Alfredo Cesareo, Giovanni Bertacchi, Antonino Anile, Ada Negri, Francesco Pastonchi, Giovanni Pascoli, Severino Ferrari, Angiolo Silvio Novaro, Pietro Mastri, Diego Valeri, Giuseppe Villaroel, Renzo Pezzani, Gabriele D'Annunzio, Vittoria Aganoor Pompilj, Giulio Salvadori, Adolfo De Bosis, Giovanni Cena, Ceccardo Roccatagliata Ceccardi, Sibilla Aleramo.
 

 
IV - I CREPUSCOLARI

Giulio Gianelli, Tito Marrone, Guido Gozzano, Corrado Govoni, Marino Moretti, Sergio Corazzini.
 

 
V - FUTURISTI E VOCIANI

Filippo Tommaso Marinetti, Giovanni Papini, Luciano Folgore, Pietro Jahier, Dino Campana, Arturo Onofri, Clemente Rebora, Aldo Palazzeschi, Camillo Sbarbaro, Lionello Fiumi.
 

 
VI - GLI ERMETICI

Giuseppe Ungaretti, Eugenio Montale, Salvatore Quasimodo, Sandro Penna, Leonardo Sinisgalli, Alfonso Gatto, Antonia Pozzi, Vittorio Sereni, Mario Luzi.
 

 
VII - I POETI DELLA TRADIZIONE

Umberto Saba, Garibaldo Alessandrini, Vincenzo Cardarelli, Vittorio Locchi, Giovanni Titta Rosa, Ugo Betti, Luigi Bartolini, Elpidio Jenco, Giuseppe Gerini, Filippo De Pisis, Adriano Grande, Carlo Betocchi, Cesare Pavese.
 
 

VIII - VOCI NUOVE - I POETI DELLA QUARTA GENERAZIONE - POESIA DIALETTALE

Raffaele Carrieri, Giuseppina Sperandeo Cosco, Nella Zoja, Attilio Bertolucci, Salvatore Comes, Giorgio Caproni, Alessandro Parronchi, Bortolo Pento, Giorgio Orelli, Sebastiano Satta, Cesare Pascarella, Salvatore Di Giacomo, Trilussa, Virgilio Giotti.

Nessun commento:

Posta un commento