giovedì 29 gennaio 2015

Poeti dimenticati: Mario Vugliano

Nacque a Vestignè, in Piemonte, il 9 marzo del 1883. Laureatosi in legge, si interessò di giornalismo e di letteratura; divenne redattore-capo del quotidiano La Perseveranza e pubblicò suoi scritti su varie riviste di inizio Novecento. Scrisse qualche romanzo, un libretto d'operetta e, in collaborazione con Egidio Possenti, anche un'opera teatrale. Non pubblicò mai in volume le sue poesie, seppure la rivista Riviera Ligure, nell'ottobre del 1904, avesse annunciato a breve l'uscita di un libro intitolato: Prima del sole.


Testi

LA CAMPANA

Fievole or sì, or no, mi reca il vento
nell'ombra vespertina una lontana
soave e mesta voce di campana
singhiozzante in un tremito d'argento.

Dan, dan, dan... forse vien da un convento:
la suona un frate nella chiesa vana;
forse romba sui monti qualche frana,
nel mondo giacque qualche umano spento.

Dan, don, dan, don..., pietà, pietà, Signore,
per quei che cadde vinto nella guerra,
pace, pietà per quei che nasce o muore.

Tutto il divino bene che rinserra
soavemente l'urna del tuo cuore,
sparga, o Signore, sopra questa terra.

(Dalla rivista: "La Riviera Ligure", ottobre 1904)

Nessun commento:

Posta un commento