giovedì 7 marzo 2013

Paesaggio

Il campo
di ulivi
si spiega e si richiude
come un ventaglio.
Sopra l'oliveto
sta un cielo sprofondato
e una buia pioggia
di fredde stelle.
Tremano giunco e penombra
sulla sponda del fiume.
L'aria grigia s'increspa.
Gli ulivi
sono carichi
di gridi.
Un branco
d'uccelli imprigionati
che sommuovono le loro così lunghe
code allo scuro.

(Federico Garcia Lorca)
Da "Poeti del Novecento italiani e stranieri", Einaudi, Torino 1960


 
Grande poesia di Garcia Lorca tutta tesa ad evidenziare sentimenti e situazioni "negative". Lo dimostrano i luoghi e le similitudini che si susseguono: il campo di ulivi che si richiude come un ventaglio; il cielo sprofondato, la buia pioggia, gli ulivi carichi di gridi e così via. I colori sono scuri o spenti, vogliono trasmettere tristezza e squallore. Si percepisce nei versi di Lorca, molto chiaramente, un "freddo" che pervade non solo il paesaggio descritto, ma anche l'anima del poeta.

2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina