domenica 8 settembre 2013

Antologie: "La giovane poesia" di Enrico Falqui

"La giovane poesia" è il titolo di un'importante antologia poetica curata dal critico letterario Enrico Falqui che fu pubblicata dalla Casa Editrice Carlo Colombo in Roma nel 1956. Una seconda edizione aumentata uscì l'anno seguente presso il medesimo editore della prima. Il volume si sostanzia in un saggio sulla giovane poesia del secondo dopoguerra seguito da una selezione molto ricca di poeti che allora avevano tra i venti ed i trent'anni circa e di alcune loro poesie, in genere tratte da libri di versi pubblicati tra il 1945 ed il 1955. Si può ben dire che siano qui rappresentati tutti, o quasi, i poeti di allora (in età giovanile) più importanti e più bravi. Anche i gruppi e le correnti letterarie sono riprodotti totalmente: troviamo infatti poeti postermetici, neorealisti, della "Quarta generazione", cattolici e perfino qualcuno di coloro che di lì a pochi anni si sarebbero definiti "Novissimi". Rimangono purtroppo esclusi alcuni scrittori che, pur essendo ancora giovani, non rientravano nel limite massimo d'età che Falqui stabilì ai trent'anni. Non parlo di poeti ermetici come Mario Luzi o come Alessandro Parronchi, nè di altri validissimi come Giorgio Caproni e Attilio Bertolucci, questi infatti già erano stati ampiamente selezionati e consacrati da altre antologie fondamentali; bensì mi riferisco a poeti come Umberto Bellintani e Vittorio Bodini i quali pubblicarono le loro prime opere in versi in età già matura. A parte quest'ultima riflessione, ritengo che l'antologia di Falqui sia di gran lunga la migliore tra quelle uscite negli anni immediatamente successivi alla fine della seconda guerra mondiale e che delinei una panoramica della poesia italiana allora emergente, cercando d'inserire il maggior numero di voci. È dunque, per chi sia interessato alla poesia italiana di questo periodo piuttosto circoscritto, un manuale prezioso. Per chiudere ecco l'elenco dei poeti presenti nella seconda edizione di "La giovane poesia" con, tra parentesi, le pagine in cui si trovano i loro versi.







Luigi Compagnone (119-121)
Nicola Ghiglione (122-123)
Emilio Villa (124-132)
Giulio Alessi (133-136)
Giuseppe Avarna (137-138)
Giorgio Bassani (139-140)
Gherardo Del Colle (141-143)
Marcello Landi (144-145)
Romeo Lucchese (146-152)
Raimondo Manelli (153-157)
Francesco Masala (158-160)
Albino Pierro (161-166)
Romano Romani (167-169)
Mariano Suali (170)
David Maria Turoldo (171-175)
Rina Virgillito (176)
Orlando Pier Capponi (177-179)
Franco Fortini (180-186)
Costantino Ruggeri (187-189)
Lamberto Santilli (190-194)
Giulio Stolfi (195)
Franco Matacotta (196-202)
Stefano Terra (203-205)
Enzio Cetrangolo (206-211)
Stefano d'Arrigo (212-221)
Roberto Morsucci (222-226)
Tosco Nonini (227-230)
Vittore Fiore (231-236)
Giuliano Gramigna (237-240)
Renzo Modesti (241-245)
Michele Pardo (246-248)
Giorgio Piovano (249-254)
Nelo Risi (255-259)
Angelo Romanò (260-262)
Mario Socrate (263-266)
Giacinto Spagnoletti (267-270)
Ernesto Treccani (271-272)
Marco Visconti (273-275)
Elena Bono (276-277)
Mario Cerroni (278-279)
Leila Corbetta (280-283)
Raoul Diddi (284-290)
Gaio Fratini (291-292)
Margherita Guidacci (293-299)
Biagia Marniti (300-302)
Dino Menichini (303-306)
Bruno Nardini (307-310)
Giorgio Orelli (311-313)
Domenico Porzio (314-319)
Sandro Sinigaglia (320-322)
Giuseppe Zagarrìo (323-325)
Andrea Zanzotto (326-332)
Paolo Wenzel (333-334)
Bartolo Cattafi (335-339)
Luciano Erba (340-341)
Mario Farinella (342-343)
Alberto Frattini (344-345)
Gian Domenico Giagni (346-347)
Carmelo Mele (348-350)
Geri Morra (351-354)
Gilda Musa (355-357)
Pier Paolo Pasolini (358-375)
Saverio Vòllaro (376-378)
Elio Filippo Accrocca (379-385)
Liliana Angeli (386-389)
Giancarlo Artoni (390-391)
Gino Baglìo (392-394)
Tito Balestra (395-397)
Gino Gerola (398-400)
Tommaso Giglio (401-409)
Adriano Guerrini (410-412)
Giuseppe Guglielmi (413-415)
Enzo Nasso (416-418)
Alessandro Peregalli (419-422)
Roberto Roversi (423-428)
Alberico Sala (429-431)
Rocco Scotellaro (432-435)
Giuseppe Selvaggi (436)
Giorgio Soavi (437-438)
Libero Torraca (439-440)
Casimiro Bettelli (441-442)
Luciano Budigna (443-448)
Domenico Cadoresi (449-451)
Franco Costabile (452-455)
Danilo Dolci (456-459)
Enzo Fabiani (460-461)
Nando Giolli (462-469)
Giovanni Giudici (470-474)
Alfredo Giuliani (475-477)
Francesco Leonetti (478-482)
Luciano Luisi (483-488)
Enzo Mazza (489-491)
Mario Ramous (492-495)
Brunello Rondi (496-501)
Alberto Vighi (502-505)
Paolo Volponi (506-511)
Fabio Carpi (512-513)
Giovanni Cristini (514-516)
Luciana Frezza (517-520)
Maria Luisa Spaziani (521-522)
Cesare Vivaldi (523-525)
Giannina Angioletti (526-527)
Gian Piero Bona (528-531)
Perla Cacciaguerra (532-533)
Salvatore Cossù (534-537)
Renzo Giacheri (538-541)
Giancarlo Marmori (542-544)
Nella Nobili (545-547)
Uberto Paolo Quintavalle (548-550)
Giovanni Arpino (551-553)
Pier Luigi Bacchini (554-556)
Guido Ceronetti (557-562)
Paolo De Benedetti (563-565)
Emilio Jona (566-570)
Elio Pagliarani (571-572)
Alfredo Rizzardi (573-574)
Emilio Tadini (575-581)
Emilio Tumminelli (582-586)
Gian Carlo Conti (587-589)
Inisero Cremaschi (590-592)
Pietro Cimatti (593-599)
Nino Crimi (600-601)
Michele Parrella (602-607)
Alberto Arbasino (608-613)
Giorgio Cusatelli (614-616)
Carlo Della Corte (617-619)
Mario Diacono (620-623)
Luigi Di Ruscio (624-629)
Edoardo Sanguineti (630-633)
Alda Merini (634-638)
Giammario Sgattoni (639)
Giuseppe Tedeschi (640-641)
Giuseppe Rosato (642-643)
Sergio Salvi (644-647)
Sergio Pautasso (648-649)
Paolo Venchieredo (650-651)
Alberto Bevilacqua (652-654)
Raffaele Crovi (655-657)
Massimo Ferretti (658-659)
Marco Gaggiati (660-663).

Nessun commento:

Posta un commento